Programma
Per le scuole
Bambini
Giovani
Adulti
Per tutti
Calendario e informazioni >
X Chiudi

Un LAC per tutti

Sin dal primo giorno uno degli obiettivi è fare del LAC un luogo aperto, di incontro, attento alla comunità. Per questo considero il LAC un grande progetto sociale, oltre che culturale.
In questo, LAC edu svolge un ruolo importante nel coinvolgere la popolazione avvicinandola alle arti, in modo diverso, curioso, divertente e interessante allo stesso tempo.
Se al LAC tutte le arti hanno trovato reciproca contaminazione, allo stesso modo LAC edu è entrato in dialogo con esse, creando un programma che proprio grazie al suo ampio spettro artistico può essere considerato un unicum e una grande occasione per la collettività.
Siete tutti i benvenuti.

Michel Gagnon
Direttore
LAC Lugano Arte e Cultura

Vivere un’esperienza

Atelier per bambini, anche per i piccolissimi, lecture d’oeuvre con aperitivo per gli adulti, workshop tra arte e tecnologia per i giovani, concerti gratuiti nella Hall, spettacoli teatrali, approfondimenti musicali, percorsi tra arte, musica e teatro sono solo alcune delle numerose proposte del programma annuale, rivolte a tutti coloro che hanno il desiderio di scoprire le arti, approfondire le proprie conoscenze, vivere un’esperienza arricchente, oppure semplicemente trascorrere un momento piacevole. LAC edu propone le attività particolarmente apprezzate dal pubblico durante la prima stagione aggiungendo alcune novità che ampliano l’offerta nello spirito multidisciplinare del centro culturale.


Il mondo di oggi vede lo sviluppo di connessioni rapidissime grazie ad Internet, i Social network e le nuove tecnologie, che hanno ridotto di fatto le distanze tra luoghi, oggetti e persone. Nel web, in cui tutto è a portata di mano, anche le arti hanno trovato spazio tramite visite virtuali, approfondimenti, registrazioni di concerti e spettacoli, schede didattiche, percorsi interattivi.
In una tale profusione di opportunità per avvicinarsi alle arti, ci si potrebbe chiedere quale senso abbia l’attività di mediazione svolta nelle istituzioni culturali di tutto il mondo e proposta dal LAC attraverso l’offerta di LAC edu. E la risposta si trova proprio nel termine “edu”. Il suo valore aggiunto consiste infatti nell’offrire un’occasione di “educazione”, intesa nel senso letterario di “lasciare emergere”, di trarre dalle arti una riflessione, un’emozione utile alla propria crescita personale.
Il filosofo Bernard Lonergan affermava che “l’arte può guardare questo mondo e cercare il qualcosa di più che questo mondo rivela, e lo rivela, per così dire, in una parola silenziosa.” È l’incontro con l’arte dal vivo che consente tale “rivelazione”, poiché la fisicità di un’opera d’arte è parte integrante del suo valore comunicativo: le oscillazioni di luce create dalle pennellate di un dipinto, le vibrazioni del suono di un violino, l’energia di un attore sul palcoscenico si rivelano compiutamente grazie alla loro presenza fisica. Il ruolo della mediazione culturale, attraverso linguaggi che si adattano ai diversi pubblici, è proprio quello di permettere che la comunicazione tra arte e visitatore sia facilitata dando vita a un’esperienza utile e piacevole, il più possibile vicina a quella che l’artista riesce a sintetizzare con il proprio linguaggio e che parla ad ogni visitatore in modo diverso, a seconda del proprio gusto, del proprio orizzonte culturale e vissuto interiore. L’arte intesa come “esperienza”, citando il filosofo John Dewey, è dunque il cuore delle propostedi LAC edu, realizzate grazie alle importanti sinergie instaurate con il Museo d’arte della Svizzera italiana, LuganoinScena, LuganoMusica e l’Orchestra della Svizzera italiana.

Isabella Lenzo Massei
Responsabile Mediazione culturale